(mi) Faccio le valigie.

Nel mondo dei viaggiatori in moto, risolta la scelta del mezzo, uno dei successivi quesiti a cui ci si trova di fronte riguarda l’acquisto del set di valigie con cui allestire il proprio mezzo, e qui nascono i primi dubbi. Facendo tesoro delle esperienze altrui, c’è chi ha le idee chiare fin da subito e chi invece, pur avendo fatto una indigestione notturna di letture su forum, siti specializzati, social, arriva al dunque con le idee ancora un po’ confuse. Vediamo se possiamo chiarire qualche aspetto della questione oppure aggiungere altra confusione a un panorama di per se già molto variegato.

La domanda principale che il viaggiatore si pone è: RIGIDE o MORBIDE???
Cerchiamo di valutarne i pro e i contro di entrambi in un’analisi tutt’altro che esaustiva.

Valigie RIGIDE: ne esistono in metallo o in plastica, hanno una capacità di carico notevole che va dai 19/21 lt. ai 45/48 lt. cadauna; sono impermeabili e dotate di chiusura di sicurezza così da poter essere lasciate sulla moto incustodita con un buon margine di sicurezza. Certo le serrature possono sempre essere forzate e il contenuto può essere asportato, ma difficilmente possono essere portate via con tutto il loro contenuto. In caso di caduta quelle in METALLO si deformano ma, quasi sempre, basta un martello o un fabbro e possono essere riutilizzate ancora (ma non pensate che siano indistruttibili); in caso di caduta quelle in plastica tendono a rompersi irrimediabilmente e l’unico rimedio per proseguire il viaggio, quasi sempre, è la sostituzione. In caso di caduta, le valigie rigide possono costituire un valido spessore fra i vostri arti inferiori e la strada, preservandovi da impatti con conseguenze a volte sgradevoli. Badate bene, parliamo di quelle cadute accidentali che possono capitare a tutti, gli incidenti sono un’altra cosa. Possono essere completate a piacimento con diversi accessori, anche fai-da-te: borse morbide esterne per espandere la capacità di carico, portataniche, portaborracce, portattrezzi,  ecc.. Di contro hanno un peso e un ingombro che, nelle misure più grandi, diventa imponente e che potrebbe rendere difficile manovrare in spazi ristretti; inoltre c’è il codice della strada che impone una larghezza del veicolo non superiore ai 110 cm. fuori-tutto.  Produttori noti come Touratech, GIVI, Kappa, hanno un vasto catalogo. Se state ancora decidendo, date un’occhiata anche a quelle della Heavy Duties fabbricate da due fratelli romeni. Costi contenuti e robustezza.

Valigie MORBIDE: ne esistono di diversa fattura e capacità ma, di norma, è complessivamente inferiore a quelle rigide. Si va dalle tipiche borse per moto da strada alle sacche per un utilizzo più fuoristradistico. Vengono realizzate in filati resistenti all’acqua ma il contenuto al loro interno va comunque protetto contro le inevitabili infiltrazioni, se non volete arrivare a fine giornata e non avere ricambi asciutti. Diversi produttori hanno in catalogo sacche morbide realizzate con materiali plastici tali da renderle completamente impermeabili. Sono generalmente leggere e meno ingombranti di quelle rigide, lasciando una relativa facilità di manovra. Conferiscono alle nostre moto un innegabile fascino da avventurieri ma, di contro, non possono essere lasciate sulle moto incustodite perché possono facilmente venire asportate con tutto il loro contenuto con un semplice taglierino. In caso di scivolata, soprattutto su asfalto, tendono facilmente a lacerarsi e strapparsi, disperdendo il contenuto sulla strada. Proprio per via della loro morbidezza, in caso di impatto al suolo non costituiscono alcuna protezione aggiunta per i vostri arti inferiori. In caso di strappi, a volte, possono essere rimaneggiate con pezze di fortuna ma, purtroppo, quasi sempre devono essere sostituite. A parte quelli già menzionati per quelle rigide, altri produttori noti di valigie morbide stile sacche sono Kriega, Wolfman e Amphibious ma se non avete ancora scelto vi consiglio di dare un’occhiata qui 21brothers, esteticamente gradevoli, prezzi contenuti e robustezza.

Spero di avervi dato uno spunto per aiutarvi nella scelta e sempre buona strada.

Namasté.